lunedì 6 febbraio 2017

#5 Cosa penso di: Il principe e la neve. |recensione|

Ultima lettura di gennaio!
Non preoccupatevi, febbraio non sarà così caotico con la pubblicazione ^_^







Il Principe e la Neve.
di Angela C. Ryan.
Editore: Autopubblicato.
Pagine: 327
Prezzo: 16,90 € (ebook 2,99€)

Trama:

Neve vive con l'eccentrico zio e il gatto Platone da quando è rimasta orfana. Non ha grilli per la testa e non ha grandi ambizioni, se non quella di sopravvivere al dolore per la perdita dei suoi cari.
Un giorno, per caso, si ritrova catapultata attraverso uno strano specchio, in una Terra che sembra uscita dalle pagine di un romanzo dei genitori, scrittori di libri fantasy.
Edenir, magica landa di un mondo parallelo, è lo scenario favoloso in cui le fate sono guerriere logorroiche, le streghe ansiose guaritrice e i principi sono tutt'altro che gentili e amabili.
Jake, erede al trono, è freddo e scontroso con l'Estranea proveniente da oltre il portale magico. Neve, poi, sembra avere la strana capacità di coinvolgere entrambi in situazioni assurde e pericolose.
A Edenir, però, la vita non trascorre tranquilla come dovrebbe.
L'ombra di una guerra nata dalla sete di vendetta della regina Deliah, rifiutata dal giovane erede al trono, minaccia di oscurarne il cielo e così, mentre Jake si prepara a combattere l'ennesima guerra, Neve si renderà conto che c'è molto di più in cui sperare e che a volte, l'impossibile diventa possibile.






Per come la vedo io, trovare un fantasy scritto bene da un autore italiano, di questi tempi, è davvero difficile. Sarà che sono io ad essere diventata selettiva, sarà che mi faccio aspettative decisamente alte (perché il fantasy è il mio genere preferito), sarà anche che ultimamente i libri si assomigliano tutto...non lo so.
Questo libro, comunque, rientra decisamente nella categoria "scritti bene", direi molto bene!
Pensavate che fosse l'inizio di una recensione negativa, ammettetelo. In effetti sono partita un po' fuorviante, però credetemi, questo libro mi è piaciuto moltissimo!

Ma andiamo con ordine e cerchiamo di fare una recensione semi-seria. 

Di questo libro mi è piaciuto tutto, ma devo dire che mi hanno colpito principalmente i personaggi. Li ho trovati tutti ben caratterizzati e mai banali o stereotipati. 
Certo, abbiamo i classici personaggi del libro fantasy (il principe, la fata, la regina cattiva, il mago), ma allo stesso tempo l'autrice riesce a renderli propri senza cadere nella banalità o nell'esagerazione. 
Tutti i personaggi principali hanno caratteri forti e ben definiti, con i propri pregi e difetti, ed è facile identificarsi in loro. 
Protagonista principale della storia è Neve, una ragazza di diciotto anni che ha da poco perso i genitori e che vive con lo zio. Neve è un personaggio davvero interessante, perché non è di certo la classica diciottenne che si incontra nei libri: un po' stupidina, scialba e senza personalità. Si tratta, infatti, di una ragazza dal carattere forte, intelligente, ironica e sarcastica...insomma, una che non si fa mettere i piedi in testa. Ovviamente è anche capace di dolcezza, gentilezza e amore. Si percepisce una certa maturità in lei: è in grado di dare buoni consigli, di consolare e dare coraggio. 
Altro protagonista è Jake, l'erede al trono, che, all'inizio può risultare decisamente antipatico, ma che poi si rivela essere un personaggio complesso. Anche lui è un ragazzo giovane, sulle cui spalle pesano molte responsabilità e molte vite e ovviamente ne sente il peso. Il conflitto che vive dentro di sè è percepibile fin da subito dal lettore che, nel giro di poche pagine, non fatica a prenderlo in simpatia.
Personalmente ho apprezzato tantissimo il personaggio di Siluè: una fata guardiana decisamente logorroica, divertente, buffa, ma anche dolce e gentile. 
Lei è senza dubbio la mia preferita!
Un'altra cosa che mi ha colpito sono i rapporti tra i personaggi, soprattutto quello tra Jake e Neve o tra Aidan e Siluè. Senza dubbio sono due rapporti differenti, sia per come iniziano che per come si sviluppano, ma in entrambi  casi si tratta dell'inizio di una storia d'amore e dello sbocciare del primo amore. Entrambe le cose non sono state raccontate in maniera eccessivamente romantica o sdolcinata e questo mi è piaciuto molto.


Anche le ambientazioni sono davvero curate.
Le descrizioni sono ben fatte e catturano il lettore fin dal principio, trasportandolo accanto ai protagonisti.
Mi è piaciuta l'idea degli specchi come portali verso Edenir, perché non è un'espediente usato molto spesso.
Un'altro dettaglio importante è l'inserimento delle creature magiche tipiche del fantasy ( viverne, draghi, troll, sirene), che mantengono le loro caratteristiche base ma a cui l'autrice riesce ad attribuire anche quel tocco personale che non guasta.

Lo stile della Ryan è semplice ma curato. Il lettore viene coinvolto fin dalle prime righe e la lettura si rivela scorrevole, veloce e coinvolgente dalla prima all'ultima pagina.
Anzi, il libro si conclude con un paio di colpi di scena non da poco, che fanno voglia di avere il secondo volume già pronto da leggere per sapere come andrà a finire.
Forse, in certi passaggi la lettura è leggermente rallentata, ma perchè c'è, a mio parere, la necessità di interrompere un po' un flusso narrativo che, fino a quel momento, è stato decisamente veloce e serrato.
Nel complesso, comunque, sono rallentamenti che non influiscono negativamente nella trama o nella bellezza del libro.
Personalmente, non ho dubbi sul fatto che acquisterò il secondo volume il prima possibile!

Consiglio questo libro agli amanti del fantasy all'italiana e a chi vuole trovare protagonisti interessanti e diversi dal solito.


Il mio voto è:
✰✰✰✰✰
5/5 

Grazie e alla prossima recensione!

Silvia.




2 commenti:

  1. Che gradita sorpresa! Grazie di cuore per questa bellissima recensione *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!
      Sono molto contenta che ti sia piaciuta ^_^

      Elimina